LA FORZA DELLA VITA – una sfida collettiva

Politica , Reg. Puglia , Regionali 2015 , Senza categoria

10460990_893424910681512_7712092453761984688_nIl 30 novembre ci saranno, in Puglia, le primarie per decidere il candidato presidente della Regione Puglia per la coalizione del centrosinistra, è una tappa molto importante per tutti noi Pugliesi. Abbiamo in eredità una grande visione da portare avanti, in questi dieci anni c’è stata indicata la strada, oggi tutti noi abbiamo più consapevolezza del futuro che vorremmo per noi e per la nostra Regione.
E’ molto importante andare a votare, non lasciamo che il futuro della Regione lo decidano i partiti, facciamoci carico di questa scelta, proprio come abbiamo fatto nel 2005 e nel 2010.

Io ho deciso di sostenere Guglielmo Minervini perché più rappresenta l’essenza della Puglia Migliore di questi dieci anni. E’ l’unica persona che crede in una politica onesta e trasparente che ha a cuore il bene comune e la giustizia sociale.

La Forza della VITA – una sfida collettiva
Mercoledì 19 novembre a Bari si è tenuta “La Forza della VITA – una scelta collettiva”, uno degli appuntamenti più importanti della campagna elettorale di Guglielmo Minervini. Il tema della serata è stato

Leggi tutto

Cipressi: alberi da cimitero? Alessandro Mesini: “…simbolo di vita, ma più ancora lo era per l’estrema longevità.”

Natura&Benessere , Racale , Senza categoria

Il bello di Racale, dei racalini, é che non ti annoi mai. Mai. Ogni giorno c’è sempre da dire, ridire, raccontare o spiegare qualcosa. E, in questo bellissimo sabato, ci occupiamo dei poveri cipressi “installati” all’interno del giardino di Largo Torre, a Torre Suda. Alberi contestati per via del loro significato (spicciolo e non approfondito), definiti da molti “alberi da cimitero”.
Alcuni giorni fa abbiamo incontrato un esperto del settore, Alessandro Mesini, autore di giardini.biz.

Alessandro, il cipresso può essere definito un “albero da cimitero”?

Se intendiamo confinare il cipresso all’interno di un diffuso, ma troppo semplice, ambito immaginario cimiteriale compiamo un grave errore. Il nostro stile di vita oggi non si rapporta più in modo continuo con concetti quali la morte e l’immortalità dell’anima, assai più centrali nella concezione del mondo nelle antiche civiltà. Per questa ragione non ritroviamo immediatamente un patrimonio ricco di spunti e di richiami come può succedere per altre piante. Eppure la letteratura dell’antichità è ricca di citazioni che riguardano il cipresso.

Leggi tutto