puglia PrideIl 28 giugno 2014 si terrà nella città di Lecce il “Puglia Pride”. L’occasione ha l’obbiettivo di far conoscere le tematiche della comunità arcobaleno attraverso la realizzazione di un Pride per la prima volta nel capoluogo salentino.

L’omosessualità, d’altra parte, continua a dividere l’opinione pubblica nel quadro di una legislazione piuttosto incardinata a schemi che in altre parti d’Europa e del mondo sono stati “aggiornati”. Ecco allora un’occasione di stimolo e di riflessione.

Il Pride è il momento di massima espressione della battaglia per il riconoscimento della dignità, della parità e della libertà di vivere e amare senza subire ingerenze religiose, moralistiche e ideologiche. Nel Pride confluisce la forza di una comunità che si trova unita nell’orgoglio per quello che si è, nella rivendicazione di una reale equità, nella gioiosa visibilità individuale e collettiva.
In tal senso il Comitato promotore ha voluto redigere un vero e proprio appello alle Istituzioni, alle associazioni e a tutte le cittadine e i cittadini, atto a intraprendere un percorso di costruzione di “una società più accogliente e meno discriminante favorendo il superamento di stereotipi e pregiudizi, in modo che alla persona sia garantito un armonioso ed equilibrato sviluppo rispetto al proprio orientamento sessuale, alla propria identità di genere e alle scelte di vita a questi elementi connesse.”

Il supporto e la condivisone di quello che rappresenta il Gay Pride è arrivato anche dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Racale. Infatti, la Commissione, che si è riunita martedì 17 giugno presso la Casa Comunale, ha deliberato l’adesione al Documento Politico del “Puglia Pride”.

loco comm pari opportunità
Commissione Pari Opportunità del Comune di Racale

La Presidente della Commissione, Anna Maria Errico, consigliera del gruppo di maggioranza “Io amo Racale” afferma: “Abbiamo deciso di aderire affinché ogni tipo di discriminazione sociale lasci il posto alla pari dignità“. Spiega, inoltre, che la proposta è arrivata da Aurelia Trianni, componente della commissione in rappresentanza dell’associazione “LapianTiamo”.

Anche l’Assessore con delega alle Pari Opportunità, Maria Rita Vergari, si dimostra molto entusiasta della scelta della Commissione: “Quella che si svolgerà a Lecce il 28 giugno sarà un occasione di stimolo e di riflessione a difesa dei diritti degli individui a prescindere dalle proprie preferenze in campo sessuale. Sono molto contenta che anche Racale ha voluto far sentire la sua voce.

La commissione composta da 11 persone, nella seduta di martedì ha visto solo la partecipazione di 8 componenti, che all’unanimità hanno deliberato l’adesione al documento.

Le rivendicazioni del documento, spaziano a 360°: dal matrimonio per le coppie formate da persone dello stesso sesso, alle unioni civili, all’adozione per le coppie non eterosessuali, legge contro l’omofobia, ecc.

Per leggere nel dettaglio il Documento Politico del “Puglia Pride” clicca qui.