Una rete di associazioni per ricostruire l’Orto dei Tu’rat


Sabato 7 agosto l’associazione culturale “Orto dei Tu’rat” inseme ad una rete di associazioni, istituzioni, artisti e uomini della cultura,  organizzano una kermesse di musica e cultura. Tutto questo per supportare economicamente la ricostruzione e il ripristino dell’Orto dei Tu’rat adanto nuovamente distrutto per la quarta volta da un incendio.

Tra musica e cultura, l’iniziativa che va sotto il nome di “CONSCIOUS ISLAND IV” vuole essere un momento di condivisione e scambio di idee e pensieri, una possibilità di favorire lo sviluppo di una rete che comprenda tutte le associazioni presenti sul territorio.

Tra le associazioni c’è anche l’adesione di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”

Cos’è l’Orto dei Tu’rat

Il progetto Orto dei Tu’Rat, premio di Legambiente per le innovazioni  intelligenti, nasce in un terreno dato in comodato d’uso gratuito all’associazione culturale Orto dei Tu’rat.

Il progetto si prefigge di dare risposta ad un problema sempre più spesso  evidenziato dalle più sofisticate ricerche scientifiche che indicano nel Salento uno dei territori europei a maggior rischio di desertificazione e salinizzazione.

Proprio per tentare una reazione a questo fenomeno si è deciso di realizzare dei condensatori di umidità in pietra a secco chiamati Tu’Rat.  Questi sono strutture in pietra a secco che consentono di irrigare un orto senza apporto meccanico di acqua e per la cui realizzazione si è preso spunto da alcuni ritrovamenti archeologici avvenuti nel deserto del Negev  (ed evidenziati negli studi di Pietro Laureano), strutture che nelle zone desertiche di quell’oriente arcaico si pensa fossero alla base del   principio dell’oasi.

E’ in quel terreno che da anni l’associazione culturale Orto dei Tu’rat piantando innesti selvatici e piante autoctone del territorio salentino  si pone l’obbiettivo di dimostrare come una terra già ricca di storia come tutta l’area di Ugento sia capace di farsi anche interlocutore di livello nella tutela del paesaggio e dell’ambiente.

Nell’Orto dei Tu’rat, inoltre, si organizziamo piccoli eventi culturali tra i quali lettura di poesie e presentazioni di libri, eventi di piccolo cabotaggio che consentono la fruizione del parco a tutti senza snaturarne lo spirito di quiete e di rispetto dell’ambiente.

L’associazione Orto dei Tu’rat invita tutti a partecipare alla giornata del 7 agosto per ribadire che l’Orto dei Tur’at è un bene di tutta la comunità.

 

Condividi questo Contenuto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.