San Sebastiano spinge Racale sul tetto del mondo: l’arte e il potere del linguaggio

image

“Nel bene o nel male purché se ne parli” diceva Oscar Wilde. Mai frase fu più attuale per descrivere ciò che in queste ore sta accadendo a Racale. Il  tutto è nato da un murale alto circa 6 metri realizzato all’interno di “Viavai Project” – un progetto non convenzionale di arte pubblica che ha come obiettivo quello di creare sul territorio una galleria itinerante – da Gionata Gesi in arte Ozmo in cui il Santo Patrono della città viene raffigurato in mutande Dolce & Gabbana.  Benché Racale sia divisa tra critiche e apprezzamenti, il fatto fa il giro del mondo, nel vero senso della parola. Infatti, la notizia attraverso web e giornali si è sparsa a macchia d’olio arrivando anche oltre i confini nazionali. Di seguito vi riportiamo alcune delle testate online che hanno ritenuto opportuno parlare di questo argomento:

Condividi questo Contenuto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.