Anche in SEL si “cambia verso”. Spazio politico troppo piccolo per i giovani !

Mario Riberi (GD)

Mario Riberi (GD)

Mario Riberi, fin da giovanissimo in prima linea per cambiare questo Paese. Lui, nato nel 96′, fa parte di quella generazione a cui la politica ha tolto tante speranze. Sin dal 2011 militatene di Sinistra Ecologia Libertà. Dal Marzo del 2012 ha ricoperto il ruolo di vice-segretario all’interno del circolo cittadino Sel “Pier Paolo Pasolini” di Calopezzati (CS). Nel 2013 arriverà addirittura a diventare, a soli 17 anni, primo coordinatore del circolo; probabilmente il più giovane coordinatore che abbia potuto mai avere Sel nella sua storia. E’ anche molto attivo nel mondo studentesco, fa parte della consulta provinciale di di Cosenza e si occupa della Commissione Trasposti. Oggi, anche lui come molti in Sel “cambia verso”, attualmente scommette su un nuovo progetto e lo fa da neo-responsabile organizzazione del circolo dei Giovani Democratici di Rossano (CS).

 

Mario Riberi, da sempre attivo nel mondo della politica, cosa la spinge a impegnarsi giorno per giorno nel miglioramento di questo Paese ?

Vede, nella Politica ho trovato il senso della mia vita. Ciò che mi spinge ad impegnarmi tutti i giorni della mia vita per il bene comune è il fatto che siamo in una situazione difficile e io vorrei impegnarmi per migliorare questa situazione. Vorrei contribuire a cambiare questo Paese perché è il Paese dove vivo e dove vivranno i miei figli, i miei nipoti…

Prima vice-coordinatore, poi addirittura, così giovane a soli 17 anni, coordinatore del circolo Sel della sua città. Perché oggi questo passaggio ai Giovani Democratici (GD) ?

Ho sentito il bisogno di provare esperienze politiche nuove. Devo ammettere, comunque che un allontanamento è avvenuto a causa di un disguido spiacevole accaduto durante le ultime primarie del Partito Democratico, dove sono stato attaccato da alcuni compagni per aver votato, appunto a queste Primarie.

Un giudizio a questo governo Renzi.

E’ noto a tutti che non sono mai stato Renziano: tuttavia credo che questo governo sia un segno, uno spruzzo di novità. Non condivido il metodo, questo è chiaro. Un giudizio positivo lo do sulle azioni, senza entrare nel merito. Va dato atto a Renzi di aver portato in poco tempo la legge elettorale in Parlamento, cosa che fin ora hanno promesso tutti e in cinque anni nessuno ha portato a termine. Lui l’ha fatto, indipendentemente dal fatto se essa sia giusta o sbagliata. E un’altra cosa a suo favore è il fatto che tra tutti coloro che stanno a Sinistra, egli è colui che meglio sa contrastare i “grillini”. Vogliamo darli atto di questo o no?

Il 25 e 26 maggio si voterà per le Europee. Qual’è la sua idee di Europa ?

Il 25 e 26 maggio sono due giorni importantissimi per la vita dell’Italia e dell’Europa. La mia idea di Europa è quella che combatte l’austerità che è stata imposta in questi anni che non ha portato a niente di buono, l’Europa che attui un principio importante, auspicato dal centrosinistra europeo e Italiano: il principio dell’equità e della giustizia sociale. Aggiungo che la mia idea di Europa è quella di un’Europa solidale, giusta, che sia aperta al mondo.

Condividi questo Contenuto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.